Chi sono

Benvenuto, chiunque tu sia.

Il mio nome all’anagrafe è Annalisa. Vivo in una città particolare quanto bella, Napoli. Ho frequentato il liceo linguistico, studiando con piacere la filosofia, lettere classiche e moderne e le lingue. Il liceo mi ha permesso di penetrare nel quotidiano delle città iberiche, grazie ai viaggi studio. L’ultimo viaggio studio che ho fatto si è consumato nella capitale francese, Parigi. Ho avuto modo di immedesimarmi nelle atmosfere locali quanto “globali”, i vari modi di dire, la storia e la bellezza paesaggistica quanto architettonica e museale.La mia passione per il viaggio, qualunque sia la meta, ha inizio da piccola. Attraverso il mondo libresco sognavo terre lontane, pacate quanto dense di avventura, di spirito. Cito le parole del film “Into the wild”, di cui c’è anche il libro ,

“L’essenza dello spirito dell’uomo sta nelle nuove esperienze”.

Al liceo mi sono diplomata nel 2011 con 96/100, tenendo testa ad un presidente adorabile,puntiglioso, colto, rompiscatole. Ho un ricordo dei professori del liceo eterogeneo:  ricordo la mia professoressa di lettere con nostalgia, incarnava il simbolo della mia rivoluzione interiore e, da lei, ho imparato molte cose; la mia professoressa di spagnolo era un tipo stravagante, un rapporto di odi-et-amo il nostro, ma la ammiravo soprattutto perché aveva la mia stessa passione per l’India, anche se col tempo, credo, che la sua si sia moderata, mentre la mia è ancora in fermentazione; e poi un professore che ,attraverso la storia dei secoli e l’amore per la sapienza, o più propriamente, filosofia, mi ha permesso di amare il mondo, di credere in me stessa, e di conoscere il valore della libera scelta.

Attualmente frequento l’università “L’Orientale” di Napoli, entrando con impegno e costanza nella realtà indiana, e quindi studiando la lingua Hindi( magari un giorno lavorerò nell’ambasciata indiana…).

Dire che sopravvivo sarebbe riduttivo e soprattutto ridicolo.  La mia vita è ricca di sfumature grigie, bianche, rosee, crepuscolari, di eccentrici gialli, aranci e rossi molto scuri.

Ho un amore smisurato per i libri, per il loro odore. Gli autori che più mi inspirano sono Hermann Hesse, Umberto Galimberti, Margaret Yourcenar, Sigmund Freud, Franz Kafka, Shakespeare e molti altri, autori che mi hanno formato in qualche modo.

Ho una vena poetica, mi piace scrivere, e il più delle volte, scrivo in forma autobiografica.

 

La mia debolezza più grande è viaggiare, sono sempre in ricerca di nuovi odori e sapori, nuove culture e tradizioni, altre vite, altri amori.

Mi diletto cucinando di tutto, imitando piatti già esistenti, sempre un po’ revisionati,oppure li creo dal nulla; un’unica pecca: sono fin troppo speziati.

Mi aggiro tra le varie forme d’arte del cosmo, come la danza un po’orientale un po’ cubana, e il piacere di concedermi qualche canzone stile karaoke, ovviamente.

Sono affascinata dall’arte contemporanea, ma anche da un Botticelli che dipinge l’amore posato sulle curve di una Venere che delizia gli occhi dello spettatore. L’arte che preferisco è quella surrealista,dei grandi artisti Mirò e Dalì, come pure la pittura metafisica, ma la mia prima sindrome di Stendhal l’ho avuta ammirando il Guernica di Picasso.

Ma per il resto, se vuoi sapere chi sono realmente, non saprei dirtelo neanche io.

Ti abbraccio, sempre chiunque tu sia.

3 pensieri su “Chi sono

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...