Sì!

A differenza della morte e dell’universo in espansione, la scelta o la non-scelta del tuo life partner è completamente nelle tue mani. Quindi, dopo aver sentito le famose farfalle nello stomaco, aver sperimentato il legame chimico (covalente?) e il sottile luccichio nei vostri occhi, pensa ai fatti reali, a quelle determinanti che non ti passano mai per la mente quando sei nell’oceano delle farfalle. Dunque, in realtà TU STAI SCEGLIENDO una caterva di cose, a cominciare dai parenti ordinari o nostrani, chi influenzerà in qualche modo la vita della tua prole, il compagno delle tue mangiate per circa 20-30.000 pasti, inclusi pranzi e cene, qualcuno che dovrai ascoltare più o meno 18-20.000 volte. E quando dirai di sì, non pensare alle 30.000 domeniche meravigliose dove lui ti porta al cinema (se) o a cena fuori, pensa a quei 30.000 mercoledì noiosi e sfiancanti, dove ognuno torna a casa dal lavoro e il massimo che riuscite a fare è mangiare la cena senza guardarvi in faccia. Dovrai sentire i suoi giudizi sentienziosi sui tuoi capelli troppo selvaggi, sulla tua ciccia su fianchi e glutei, e ti farà piangere, perché quando dicono che le donne sono deboli è esattamente questo a cui si riferiscono. Pensa a quante volte preferirà russare nel tuo orecchio, nel tuo letto, invece di parlare dell’ultimo film di Christopher Nolan o di leggere la poesia ai tuoi figli. E pensare che probabilmente ti avrebbe conquistato con una poesia di Jacques Prevert. Lui, il tuo eroe. Chi è? Come cambiano le cose, vero? In tutti questi anni ti chiedi come sia potuta finire così la tua grande storia. Ecco perché Cicerone dopo aver scritto la sua idea su un foglio lo stracciava per poterla rielaborare su un foglio nuovo. So che significa stracciare un po’ te stessa, ma prendila come un  male necessario. Il passaggio da capanne con cuoricini e stelline a teglie incrostate, slip e calzini in lavatrice e rughe sul volto è veramente sottile. Semmai un giorno ti avrà comprato dei fiori, le uniche piante che vedrai da ora in poi sono il basilico e il prezzemolo in cucina. Per farla breve, intense shit. Prima di guardarti allo specchio e metterti il rossetto per cercare di conquistarlo, per FARLO felice, chiediti se è quel piombo colorato ad addolcirgli la pillola o sei tu. Intense shit.selfish

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...