Pagine diverse

Mi fermo su questa pagina elettronica vuota mentre ascolto in sottofondo Age of Lonieness degli Enigma con Enya. Lo so, lo so che dovrei fare altro, anche a fine Luglio, come leggere pagine noiosissime di un libro sul commercio nell’Oceano Indiano scritto in un inglese monotono da morire. Oh, invece è così travolgente quest’insieme di noti strazianti. Mi sento subito trasportata in un mondo a parte.

Questo caldo appiccicoso mi riporta alla poco suadente realtà. Mentre mezzo mondo si preoccupa ipocritamente del massacro a Gaza, io ho divorato in soli tre giorni 680 pagine di Cinquanta sfumature di grigio, il romanzo del momento. Ah, ma c’è una trilogia che prosegue con i colori nero e rosso. Io per il momento ho fatto fuori solo il primo libro. Sì, mi sono lasciata andare ad una lettura…frivola? Scadente? Andiamo, a dirla tutta, è il libro che ha divorato me. Credo che l’autrice, E. L. James,  un bel giorno si sia svegliata e abbia trovato il modo di fare un bel po’ di soldi, stuzzicando lo strano miscuglio sentimentale di eros e smancerie delle donne del XXI secolo. Oh, lei si che ci ha saputo fare. Dalla sua penna sono usciti tutti i desideri repressi e le speranze ammutolite che una donna moderna sogna in silenzio.

“Improvvisamente ho voglia di cambiare canzone. Scelgo di frastornarmi dolcemente con Hysteria dei Muse.” Chissà perché.

Quel libro ti sfida. Ti autorizza a trastullarti sul significato di “sesso”, “coppia”, “amore”, “male”. Porca miseria, quella donna è diventata milionaria scommettendo su quanto potesse essergli stato fedele il subconoscio delle donne. Andiamo, ognuna di noi vorrebbe indossare le vesti di Anastasia Steele per farsi avvinghiare nell’oscurità invadente di Christian Grey. Eccome. Tutte sospiriamo ad ogni parola aspettando la redenzione di Grey, un miliardario multiegocentrico e ‘maniaco del controllo’ segnato tristemente dall’ aphenphosmobia. Tutte aspettiamo con ansia che il “sesso” scivoli lentamente e violentemente nell'”amore” (parola brutta, lo so). Come una lingua umida indispettita che scava solchi sulla pancia e non ti lascia andare.

Tutte moriamo dalla voglia di assistere alla caduta celestiale di Mr Intoccabile nelle mani di Anastasia. Pretendiamo “di più” anche noi.

Nella calura triste di questo Luglio intontito lancio occhiate stanche al cielo.

Annalisa ha un punto debole.

Ah! Puoi giurarci che non lo dico. Non è già abbastanza evidente?

Buona serata.

tumblr_msbgnkg0Kn1s0u653o1_1280

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...