La vita tra i confini di giusto e sbagliato

La verità è che

preferirei impiccarli con i miei capelli

come funi attorcigliati ai loro vecchi ghigni

Una pena così orrenda

Una pena così giusta?

In queste ore di un sabato che è forse un limbo?

I palazzi sono ancora bollenti

e l’aria gocciola ancora estate

in questo abisso autunnale

La verità è che quando leggo di una pena di morte

sboccia il mio animo cristiano

e finisce per andare in crisi

con tutto quello che gli occhi hanno visto

che gli orecchi hanno sentito

pareva il mondo si fosse fermato

in quell’autobus di Delhi

mentre una ragazza pregava la vita di esserle vicino

e quattro uomini gliela toglievano

violentando anche le sue ultime suppliche

sangue mio

sangue mio

sangue infinito

su quella spranga che costruiva un tumulo dentro quel fiore

ora morto

E’ in questi giorni che l’aria mi appare ferrea

preferirei la rugiada

anche quando mi guardano

preferirei esser rugiada

cadere a terra pesantemente mentre voi parlate

e promettete

e rubate ciò

che non potete possedere

Vorrei essere molto vicina alla parola “giustizia”

ma dopo che mi rimane?

Vorrei uscire nelle strade e gridare

“ora sono morti e ognuno come loro avrà la morte”

ma dopo che mi rimane?

Quei quattro assassini, quattro luci sbagliate nella notte

sono aberrazioni, sono VITE ABERRANTI

sono quattro bicchieri d’acqua ed in ognuno di questi c’è una goccia di arsenico

è acqua malata

Guarda a cosa sono arrivata

amerò vederli soffocare

davanti ad un mondo ipocrita

che nasconde ben altri sacrilegi

ma questo è il sommo esempio, no?

Ma non credevo di far parte di Amnesty International?

Non faccio più appello alla storica umanità, al punire uguale educare?

No,

no?

no…

no!

No?

La mia maestria nel risiedere nelle cancellazioni

negli infiniti margini

nei confini freddi e caldi

nel nulla greve

nel potenziale

e mai nell’essenziale

nel viaggio indeterminato

nei contrasti

nelle storie enigmatiche

nelle peggiori ambiguità della mia vita.

112052718-74126fef-2680-4dc4-a9f6-964e167a7ed0

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...