Metapoesia

Fare poesia di sabato sera

è come sentirsi sul cemento indietreggiare

e cantare il motivo che ti ha tenuta sveglia tutta la notte

E’ vendetta che bruna

sommuove

l’animo passeggero del passante

che si sente turbato dal tuo verso materiato

Fare poesia di sabato sera

è lo spergiuro di uno shamanesimo

condannato ad una buffonata di quartiere

inquisito e senza meta

destriero del nulla

che pur ci tiene ammassati nel suo letto

E’ tradire ed essere traditi

da una musica che non ci appartiene

se non per dolore

E’ trovarsi a rovesciare il piatto con le lacrime

giù dalla finestra anteriormente socchiusa

bevendo vino per caso

soffiando su candele già consumate

sentire l’aria provata della città

ed esser colti dal bacio improvviso

di questo lungo inverno.

poxs

 

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...