Samay

Il mio momento straordinario

come quando piangi e la lacrima ti appiccica le ciglia, e salata, compie un viaggio verso le tue labbra,

come quando la tua è solo povertà materiale

come quando restituisci una fotografia d’amore , è paradossalmente grandioso

come quando senti il profumo tra i capelli di chi ti sta accanto fatto di rimembranze speziate

come quando accogli tutto dentro di te, con dolce e pur forsennata curiosità

come quando te ne vai, in libertà, senza aspettare che qualcuno ti dica “vai”, con un segreto , con un dilemma, con una preghiera attaccate addosso, simile allo zucchero che si posa sulle dita quando sono bagnate.

Come quando cadi, e ti alzi davanti ai passanti sornioni sorridendo, sorridendo.

Come quando non c’è bisogno che tu ti chieda il perchè di te al mondo, e parli di missione e incontaminazione, della piccola parte che abbiamo, forse più importante del Presidente della Repubblica.

Come quando hai sei minuti di indecisione e poi il bagliore e l’orrore

di poter ancora scegliere.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...