Torrente

Tu lasciali fare

tu falli guardare

sepolto nel mare

è il silenzio a pagare

orrenda la nostra vergogna

che canta i salmi di un’era conforme

 

 

al mondo che va

tra le sue antinomie con la gente che fugge

in un vecchio aldilà

che non è più fuoco

ma pioggia che ancora più fame ci da

 

Tu lasciali fare

tu facci sbagliare

distesi sulla cenere fertile

delle nostre cadute

tu dagli la mano

poi fuggi lontano

restando morendo

restante morente

torrente

questa fragilità

 

torrente,

la sonata del cosmo che è niente

 

torrente,

rispetto a vent’anni di “semplicemente”

 

torrente,

il comunitario sudor penitente

che salva mezze vite

e tu niente

Tu lasciaci andare

e prova a sbagliare

sbagliare sbagliare sbagliare sbagliare sbagliare s b a g l i a r e.

 

 

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...