In questi casi si escalma un “Fuck you!”, ma ridatemi il mio amato “Vaffanculo – sono ancora qui”

aAncora adesso

voglio sparire nell’ombra del tuo intellettualismo valutativo

onesto professore

che hai sudato

acidità adolescienziale mentre scorrevano le lancette

dei nostri ultimi cinque minuti di speranza

e tu

sei stato l’ordigno che ha stravolto convinzioni accademiche

che ha cancellato notti sature di stanchezza proprio fisica

e ha lasciato indietro i tristi ignorantoni

con indifferenza e per amore livido dei tuoi studi

lasciaci ora cadere per terra

sui pavimenti delle nostre case,

ognuno di noi, tagliato fuori,

a speculare sulla possibilità e l’impossibilità razionale

a desiderare l’opposto di quello che oggi abbiamo raggiunto

a bestemmiarti in aramaico

e non nel british totalitario.

E dopo tale caduta in una dimensione subnormale

accogli il nostro affronto madornale

di riprovarci,

senza sentirci inevitabilmente sconfitti.

 

 

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...