Sophia a vent’anni e fra vent’anni

Fra vent’anni ricorderò quanto vi ho protetti, cari libri

quanto ogni volta che non c’era posto per voi

desideravo fare le valigie e portarvi con me

ovunque andassi

quanto piangessi sentendovi tombali , chiusi nei  mobili vecchi che emanavano un odore che stanca

eppur voi ancora vivi

A vent’anni si desidera altro

ma io più promiscuo di voi non ho trovato null’altro

forse il viaggio che ha la meta nell’esplorar  l’ignoto

ma voi,permettetemi di dirlo, mi lasciate viaggiare pur stando immobile

nell’incendio familiare e in una  sciatta giornata senza nuvole e con poco sole

Che malattia buttare giù lacrime per voi

carta e parole

si sente troppo il sudore che gocciola dalla mia attrazione per voi

vi annuso instancabilmente , come annuso l’erba e la pelle delle persone

delicatamente ma pur sempre con la violenza della scoperta d’una rivelazione

e la grazia di chi sa imitarvi lentamente  e poi comporvi in forme nuove

Se mi siete stati assegnati per dovere, vi ho continuato per piacere

quel piacere estenuante che rigenera il materiale liscio del cuore

che pompa sangue ad ogni virgola, un sussulto ad ogni pausa

Rigorosamente  compagni nella mia solitudine più avara

che sembra adorazione e ribellione

suggello dentro me

quest’amara, ma piacevole lotta

che intraprendo per voi.

 

Voglio rivolgere le mie scuse particolari a mia madre, a mia sorella, a mio padre e chiunqu’altri mi sopporti, a me al mio destino

un bacio dolce e spurio, quanto umano può essere, a quel mondo là fuori che ogni giorno mi detesta e mi ama, e mi aspetta ed io non trovo altro diletto che nel violarlo, con la sophia dei miei cari amici libri e l’avvenenza del mio spirito scrutatore, centimetro d’aria per centimetro, filo d’erba per filo d’erba

non c’è protezione nell’universo intiero, ma io accolgo il compito impartitomi stesso dalla mia persona nell’abbracciare saperi tinti e sbiaditi fin troppo dimenticati, storie velenose e dolci, parole di cuore e di stomaco, ventricolari e intestinali, chimiche ma anche alchemiche, perfette eppure impure

aiutiamoci, se questo vi basta.

 

 

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...