Per l’anno che verrà

Vorrei,

sinceramente,

tener testa ad un professore universitario eccellente e annoiato della sua vita in “stand by” da ormai quarant’anni,

lavorare in un luna park e cantare “We are the champions” sulla ruota panoramica,

correre in bicicletta su un pontile che affaccia sul mare e tentare di non annegare,

ubriacarmi ad un party e recitare a memoria i versi di Paolo e Francesca by Dante Alighieri per tutta la notte,

partecipare a un flash mob di tremila invitati e parteciparne a un altro di soli indiani il giorno seguente,

scrivere un libro di poesie,

cercare di coltivare una pianta di basilico e renderla grassa, grassa, grassona,

fare un incantesimo approfittando della luna piena e cercare di crederci seriamente,

trovare il ragazzo reale, maturo, meno medio del medio possibile, dura crederci, ma fortemente appetibile e platonico,

scendere col pigiama,capelli arruffati e senza lavare i denti ad un primo appuntamento,

crescere, che non fa mai male,

nonostante le continue ferite cosmogoniche del panta rei,

e sperare,

e  sviluppare la mia immaginazione sovrasensibile,

stendermi su una distesa di sabbia, toccarla nella sua veste satinata ed umida, e sapere che quello è il momento esatto per guardare una stella, da sola, anche se ci sono i topi e i granchi, e i ragni,

creare amici dal nulla, magari quelli che ti ascoltano senza annoiarsi e sanno fare le imitazioni divertenti, e sorridono se tu sei buffa, e camminano all’indietro, cucinano per te, socratizzano con i gatti, odiano il fumo di pipa, di sigaretta o di canna, fanno i pigiama party vecchio style, ti portano al cinema che si paga poco, non pettegolano, ti guardano meravigliosamente negli occhi per dirti che “hai un [cappello] fuori posto”, hanno un conto in banca… no, scherzo😉

no, non voglio iscrivermi a corsi di autodifesa, yoga, o cin ciun ciàn.

Per il nuovo anno sarò io, un pò più cresciuta, ma sempre alla ricerca.

 

Con affetto,

Annalisa.

 

P.s Scusami Babbo Natale se non ti ho citato, ho preferito non farlo. Quest’anno i regali mi li faccio da sola, tu hai dimenticato già mezzo mondo.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...