Un sol diesis all’alba

Lo so che finirà

lo strato di pelle che mi porto addosso.

Lo so che finirà

il fuoco che mi prude le narici

e sento,

ma sentire è ammalarsi

sentire è morire.

Lo so che finirà

ogni lacrima

che come cesoie

taglia il sapore di polline nel mondo.

Lo so che finirà

la poesia nei rifiuti

nella carta riciclata

nella pace del mondo silente.

Lo so che finirà

la passione impasticciata

e diverrà una stanca adorazione

negli anni industriali.

Lo so che finirà

l’altro a cui

mi è dolce amare

anche un raffreddore.

Lo so che finirà

il sussurro infantile,

e nel biancore di una montagna ghiacciata

ci sarà un

vetrato  ricordo

a farmi compagnia

in un sol diesis all’alba.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...