Sappiamo tutti violentarci, sappiamo tutti violentare.

Scusa cielo

se ti ho usato come morfina

ai miei incubi

Scusa terra

se ho sputato scorie biancastre sul tuo corpo

per le mie delusioni.

Chiedo scusa a tutte quelle formiche che schiacciavo da piccola per le mie pulsioni anali.

Chiedo scusa all’acqua quando ho cercato di renderla acida.

Chiedo scusa ad ogni animale portato al macello

sgozzato

tagliuzzato

fucilato

soffocato

imbustato e assaporato

all’olio fritto in padella,

al prezzemolo

alla brace

crudo.

Chiedo scusa a una famiglia infamata su un diario

allontanata

per un desiderio di fessurarmi l’anima

appena posso

ogni giorno

da drogata, malata, barbona, prostituta,madonna.

Chiedo scusa a mia madre

che ho cercato di uccidere nevroticamente

attraverso rancori inespressi

solitudini inconcesse

epilessie sordomute.

Chiedo scusa a una compagna

che voglio ogni giorno  renderla sepolta

in un buco anti-materia

e mangiarla e poi disporla a forme incolori in una pianta grassa di un deserto

Chiedo scusa ad un amante

che avrei voluto  farmi esplodere dentro come una bomba in corpo

dopo avergli negato un’esistenza

Chiedo scusa all’uomo

a cui ho deciso di sviscerare l’animo

per il resto ignoto della mia vita multiforme

nonostante.                                  chi mi ha dato la morte, dandomi la vita.           non creda in me.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...