Tradirsi, di sera.

Lei. Odiava quel posto. Se avesse avuto un ordigno in tasca avrebbe cancellato quel posto. Ma l’ordigno l’aveva in testa. E prima o poi sarebbe esplosa lei. Mai esistita.

Il suo avversario era li. Pronto ad aprirgli abissi, a generare terremoti nei suoi meandri interiori. A graffiargli sulle ferite che voleva oscurare da tempo. Domare i suoi istinti. Reprimersi. Era arrabbiata. E nella sua monotonia più ambigua pensava al suicidio. Si convinceva nel tempo che nel delirio ce l’avrebbe fatta. E l’incoscienza pura l’avrebbe salvata da se stessa , ma le avrebbe negato un futuro estemporaneo. La figura nera che la terrorizzava era l’oblìo. La razionalità disdegnava le passioni. E lei la venerava. Perchè la passione l’avrebbe tradita. L’avrebbe fatta annegare nella sua realtà. Non poteva.

Due persone erano li presenti insieme a lei. Colei che aveva voglia di vomitare risate. La brama di essere felice le lacerava gli occhi. Così soli.

E poi c’era lui. Tremava all’idea di ogni suo desiderio. Frenesia di immobilità. Pretendeva di eguagliare il mare che aveva dentro con quello che c’era li fuori. Piangeva ad ogni battito del suo cuore. Ubriaco e non, divorava il suo momento.

Il Tempo decise di porre fine all’istante che mostrò d’ esser lungo.

Correvano. Ma misuravano i passi. Ridevano. Giocavano con le loro paure. I buchi neri si formarono in fondo all’essere. Non si erano accorti. Erano morti. E adesso, nudi e dosati di ansia, cercavano vesti nuove da indossare. Ma non c’erano. O magari c’erano. Erano li, pronte a posarsi come cemento su di loro. E ancora una volta nell’aria si plasmò un rfiuto.

Pretendere di rinunciarsi. Tradirsi. Ognuno con una storia che fluisce nelle vene incorporee. Nessun racconto. Vita e Morte.

Si unirono. E lasciandosi, capirono di morire di nuovo.

Advertisements

Un pensiero su “Tradirsi, di sera.

  1. si.è vero.cioè.no.si.ti voglio bene.fin troppo.troppo.troppo.non cambiare maicambia ora cioèsii te stessamai, non essere mai te stessa.ma ti voglio beneti odio profondamente.coll’animacol corpo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...