Il mio corpo Esanime

Ho sempre immaginato il mio corpo esanime, lì, sull’asfalto cocente.

In realtà è un sogno che faccio spesso.

Forse non ci sto bene su questa terra. Non ho alcuno scopo.

Passo le giornate a pormi i perché di questa vita.

Il risultato che ne consegue è soltanto sofferenza.

Ancora devo crescere, lo so.

Ma sarebbe meglio farla finita adesso.

I sogni riescono a infrangersi, più che a realizzarsi.

La vita?

Se penso a creature esili che muoiono ogni due secondi, provo Vergogna.

Ma questo mio desiderio di cessazione alla sofferenza supera tutto.

Non riesco a ribattere a parole troppo taglienti.

Anche essendo convinta del loro falso fondamento, affondo nella tristezza immobile.

Non ho vittorie, ne sconfitte in questo mondo.

Non sono nemmeno l’eroina tragica in conflitto con la società.

Sono una stupida babbea.

Non c’è paradiso che mi salvi, né inferno che danni la mia mediocre anima.

Perché quella paura continua ad afferrarmi e a strattonarmi?

Mi rende maledettamente debole.

Io , quella allegra.

Io, quella apatica.

Adesso Io ,e nessuno più, con un sogno morto nel cuore.

Image and video hosting by TinyPic

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...